Certificati anagrafici online e gratuiti per i cittadini

Dal 15 novembre è attivo il servizio che consente ai cittadini di ottenere i certificati anagrafici online, in maniera autonoma e gratuita, accedendo alla piattaforma www.anagrafenazionale.interno.it

I cittadini iscritti all’anagrafe potranno scaricare i seguenti certificati per sé o per un componente della propria famiglia, senza bisogno di recarsi allo sportello:
●   certificato anagrafico di nascita
●   certificato anagrafico di matrimonio
●   certificato di cittadinanza
●   certificato di esistenza in vita
●   certificato di residenza
●   certificato di residenza AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero)
●   certificato di stato civile
●   certificato di stato di famiglia
●   certificato di residenza in convivenza
●   certificato di stato di famiglia AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero)
●   certificato di stato di famiglia con l’indicazione dei rapporti di parentela
●   certificato di stato libero
●   certificato anagrafico di unione civile
●   certificato di contratto di convivenza

Per i certificati digitali non si dovrà pagare il bollo e saranno quindi completamente gratuiti. Potranno essere rilasciati anche in forma contestuale (ad esempio cittadinanza, esistenza in vita e residenza potranno essere richiesti in un unico certificato).

Al portale si accede con la propria identità digitale (SPID, Carta d’Identità Elettronica o Tessera Sanitaria-Carta Nazionale dei Servizi) e se la richiesta è per un familiare verrà mostrato l’elenco dei componenti della famiglia per cui è possibile richiedere un certificato. Il servizio, inoltre, consente la visione dell’anteprima del documento per verificare la correttezza dei dati e di poterlo scaricare in formato pdf o riceverlo via mail.

Accedi al servizio: https://www.anagrafenazionale.interno.it/servizi-al-cittadino/

In allegato la guida predisposta dal Ministero dell’interno.

Potrebbero interessarti anche...

Il materiale qui pubblicato è protetto da copyright, qualsiasi copia non autorizzata sarà punita a norma di legge