Il Traghetto

Il Traghetto è legato da sempre alla storia di Crotta d'Adda. Fin dai primi del 1900, sia in tempo di pace che in tempo di guerra, è sempre stato il mezzo principale di attraversamento del fiume Adda.

Il porto di attracco era raggiungibile percorrendo quella che oggi è la Via Porto. Da li si accedeva all'area di imbarco, costituita da un ampio spiazzo in terra, sul quale si ammassavano persone e merci pronte per essere trasportate sulla riva opposta.

A fare da sfondo quella che oggi conosciamo come "Grotta di Caronte", che sottoposta a recenti lavori di ripristino è ora visitabile e in bella vista scendendo verso il Parco del Principio.

Utilizzo mercantile e civile

E’ importante ricordare che in tempo di pace, il Traghetto era il principale mezzo per il trasporto sia di merci che di animali da e verso il territorio lodigiano. Sulle sponde opposte esistevano aree attrezzate per l'attracco e il carico e lo scarico di merci, che poi attraverso carri trainati da animali prima e da mezzi meccanici in tempi più recenti, venivano trasportati in paesi, mercati e fabbriche della provincia.

Oltre all'uso "mercantile" il Traghetto era anche un mezzo per lo spostamento di persone e braccianti utilizzati nei campi sulla sponda lodigiana e di operai impiegati per cavare la ghiaia dal fiume, provenienti da svariati paesi al di la del fiume Adda.

Utilizzo in tempo di guerra

Durante le guerre e battaglie che hanno coinvolto il territorio comunale, sempre lo stesso traghetto rappresentava un importante mezzo di attraversamento del fiume per soldati, armi e rifornimenti impegnati negli spostamenti su vari fronti. In particolar modo si ricorda l'importanza di questo attraversamento durante la seconda guerra mondiale, dove ingenti quantità di rifornimenti e numerosi soldati furono portati da una parte all'altra del fiume Adda proprio con questo mezzo.

Il Traghetto oggi

L'imbarcazione è ormai entrata a far parte della storia del Comune di Crotta D'Adda come l’unico mezzo di collegamento tra la sponda cremonese e la sponda lodigiana del fiume fino al secolo scorso, periodo nel quale venne realizzato il ponte in cemento che tutt'ora viene utilizzato.

Oggi il Traghetto portato in secca presso il vicino Parco del Principio, è stato restaurato e riverniciato ed è visitabile all'interno del parcostesso. Ancora oggi è posizionato li e guarda in silenzio il ponte che l'ha sostituito e lo scorrere del fiume Adda.

Il materiale qui pubblicato è protetto da copyright, qualsiasi copia non autorizzata sarà punita a norma di legge